Si tratta di un interruttore comandato elettronicamente che sorveglia lo stato degli apparecchi utilizzatori ad esso collegati. Se installato all’interno di un centralino di abitazione, il dispositivo interrompe l’alimentazione ad inizio linea quando tutti gli apparecchi collegati sono spenti (tutti gli interruttori locali sono in posizione “off”). Tuttavia resta una minima tensione di sorveglianza (15 V DC) sulla linea. Se l’impedenza diminuisce (es. un interruttore locale cambia stato e passa in posizione “on”), il biointerruttore rileva la variazione e ristabilisce l’alimentazione di rete.

Da utilizzare esclusivamente per carichi resistivi, ad esempio lampade ad incandescenza o alogene a 230 V.
I dati potrebbero contenere errori e/o subire modifiche tecniche.